Nero dei Due Mori
Montepulciano d'Abruzzo DOC
2009

Morus Nigra. Così i Romani chiamavano l’albero del Moro Nero. Dalla Persia alla Grecia, la coltura del Moro approdò nella nostra penisola ed i Romani radicarono questo albero negli Abruzzi. Nel teramano le piantagioni del Moro erano largamente diffuse nei pressi di masserie, cigli delle strade e argini dei fiumi. L’albero, considerato magico, era coltivato anche intorno ai vigneti. Anche ai margini dei nostri vigneti crescono alberi secolari di Moro. Da un filo di seta ad una lacrima di vino. Morbido, avvolgente, gradevole, come una mora fruttata e fragrante. Questo è il Nero dei Due Mori Anfra.

 




Sentori



Note di Degustazione

Brillante rosso rubino con eleganti riflessi violacei. Al naso si presenta: ampio e intenso, sentori tipici persistenti e fragranti di amarena, mora, rosa e tabacco. In bocca è ricco, avvolgente, caldo e presenta un tannino vellutato. Equilibrato, persistente e molto armonico.



Riconoscimenti



Recensioni